1,2,3...zucca!

1,2,3...zucca!

La regina indiscussa degli antiage d'autunno: la zucca è un ortaggio prodigioso che ci rende giovani, ci aiuta a perdere peso e, anche, un ottimo cibo antinfiammatorio.

La protaginista indiscussa delle nostre tavole in questi giorni è sicuramente la zucca. Come tutti i vegetali di colore giallo arancione, la zucca è fonte di carotenoidi, capaci di allenare il sistema immunitario a combattere contro virus e batteri.
La zucca sbarcò in Italia solo dopo la scoperta dell'America, e proprio qui ebbe un ruolo centrare nei miti e nelle leggende legate all'origine del mondo. Infatti gli antichi popoli ameringhi la consideravano come un "uovo cosmico", al principio di tutte le cose. Nelle culture sciamaniche la zucca aveva anche valenze ambigue: poteva attirare gli spiriti aiutanti se usata come sonaglio, ma si riteneva avesse anche il potere di impregionare le anime.



Pensare che l'antropologo James Frazer, nell'opera "Il ramo d'oro" riporta la credenza che gli stregoni rubassero l'anima dei loro nemici e la rinchiudessero all'interno delle zucche da offrire loro come pietanze, per annientarli.
Se facciamo un salto nell'antica Roma, precisamente al piano terra di Villa Farnesina. Nella Loggia di Psiche , in uno dei dieci pennacchi che ornano la parte centrale della scena, si può intravvedere una delle prime raffigurazioni della zucca amercana. La zucca è aperta come una cornucopia dalla quale fuoriescono i semi come monete; ed è perciò simbolo di fortuna e abbondanza. Fu infatti proprio Raffaello a chiedere a un suo allievo di Udine, di inserirla nel festone che orna la figura di Mercurio, il messaggero degli Dei.

Non solo miti e leggende, la zucca è il vegetale antiossidante che "fa miracoli" per la salute. Ricca di acqua e fibre è un toccasana per l'intestino irritato. Fonte di carotenoidi, è ricca di pro-vitamina A, sostanza che aiuta a mantenere la pelle liscia e morbida, protegge le ossa e svolge un'azione antiossidante. Contiene anche le vitamine C e E.
Nonostante il sapore dolciastro, la zucca ha proprietà dietetiche: vanta di pochissimi zuccheri semplici, nessun grasso, tanta acqua e moltissime fibre. Inoltre il concentrato di fibre nella polpa aiuta a tenere sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue.
La sua polpa è ricca di minerali, in particolare di potassio, molto diuretico e quindi ottimo alleato contro la ritenzione idrica.

Mi raccomando...della zucca non si butta via niente!
La polpa è un potente lenitivo per le infiammazioni, mentre la buccia è un'ottima medicina contro le piccole scottature e usate come peeling.
I semi invece  prevengono le disfunzioni urinarie e l'estratto è un toccasana contro le nausee mattutine.
Un segreto di bellezza? Grattugiate e frullate una fettina di zucca cruda con i suoi semi e mescolate l'impasto con yogurt e miele. Applicate sul viso per 20 minuti. Poi risciacquate bene.

 

Consigli pratici

Siete al supermercato e non sapete che zucca scegliere?
Non disperate, vi aiutiamo noi!
Un frutto ben maturo e sodo si riconosce perchè, se "picchiettato" col pugno, emette un suono sordo.
La scorza deve essere dura, soda, senza ammaccature e il picciolo deve essere morbido e ben attaccato al frutto.
Se invece la acquistate già tagliata, verificate che risulti soda, liscia e umida, così come deveno essere umidi anche i semi.

Ok la zucca ce l'avete e non sapete come approcciare?
Non preoccupatevi, vi aiutiamo sempre noi!
Il consiglio è di tagliare una zucca a metà, eliminate i semi e le parti filamentosi, lavatela bene sotto l'acqua corrente e poi sbollentatela così com'è in una pentola di acqua in ebollizione. In pochi minuti la buccia si ammorbiderà e verrà via senza alcuno sforzo


La varietà

Oggi esitono davvero moltissime varietà di questo orgaggio, diverse forme e colori, dimensioni. Tutte le tipologie di questo vegetale appartengono alle Cucurbitacee. Vediamone alcune!
Zucca Violina: la sua forma, come suggerisce il nome, ricorda un violino, ha la buccia liscia e chiara, mentre la polpa è arancione brillante. Si distingue tra tutte le varità perchè è la più ricca di betacarotene. Inoltre, insieme alla variante Delicata, è tra le più dolci.
Zucca Cappello del prete: fra le qualità più pregiate c'è la Cappello del Prete, dalla forma a turbante, una delle varietà più drenanti grazie alla ricchezza di acqua e potassio.
Zucca Marina di Chioggia: è tonda e schiacciata alle estremità; la buccia è verde bitorzoluta, e la polpa gialla. Questa varietà spicca per la naturale fibrosità della sua polpa soda e consistente, che la rende ideale per vellutate e creme.

In cucina

Si racconta che siano stati gli Arabi a portare in Sicilia il gusto agrodolce della zucca. Una tipica ricetta siciliana è infatti la zucca fritta, aromatizzata con aglio e aceto di vino.
La tradizione culinaria, però, la vede protagonista di zuppe, minestroni, vellutate, ma l'alimentazione moderna la preferisce anche "nature", al forno o al vapore, insaporita con salsa di shoyu e un trito di prezzemolo, basilico e aglio oppure semplicemente un rametto di rosmarino. Il consiglio è comunque di privilegiare le cotture veloci. Se l'obiettivo è òa depurazione, si consiglia di consumare la zucca a crudo, centrifugata: un vero rimedio per debellare i parassiti intestinali. Abbinata nei centrifugati a mela, zenzero e carota, aumente l'apporto di fibre e vitaminem potenziando l'effetto antiossidante.

Volete alcuni suggerimenti? Ecco le nostre proposte..

In forno con i semi di cumino
Molti consigliano la zucca anche come snack fuoripasto per calmare la fame di dolci. Tagliatela a cubotti, infilatela in uno stecchino e infornatela finchè diventa morbida. Poi conditela con semi di cumino o rosmarino tritato un filo di olio extravergine. Ha zero grassi e pochissime calorie, ma ricchissimi di magnesio e triptofano.

La vellutata antiage
Gli chef consigliano di cuocere la polpa in poca acqua, poi di frullarla e infine di condirla con poco olio extravergine e un cucchiaio di  yogurt bianco intero bio. E' una vera miniera di betacaroteni antinvecchiamento.
Qui la ricetta di zuppa di grano saraceno con zucca e arancia al profumo di zenzero per coccolarvi in inverno.
Oppure un'altra ricetta da noi consigliata sono le tagliatelle di farro con zucca e salvia. Oppure sempre per rimanere in tem di primi, gli gnocchi di zucca, un classico intramontabile. E come dolce? Vi suggeriamo i tortini di zucca e cioccolato, per cocludere in bellezza!

Frullato contro i malanni invernali
In un frullatore versate un bicchiere di latte di mandorla biologico freddo, senza zucchero. Unite una tazza di purea di zucca sbollentata, mezza banana, un cucchiaio di semi di chia, un cucchiaio di germe di grano, qualche goccia di estratto di vaniglia e un pizzico di cannella. Un drink di questi ogni mattina a colazione, per una settimana, rinforza le difese immunitarie.