Farine integrali

Farine integrali

Come fare il pieno di sostante nutritive preziose per l'organismo

All'interno dei chicchi dei cereali trovano posto quasi tutti i principi nutritivi vitali:

- nell'endosperma, che costituisce la porzione maggiore del chicco, si trovano amidi, proteine, lipidi e minerali

- nel pericarpo, ovvero quella parte che è comunemente definita crusca, sono presenti la maggior parte delle      fibre, oltre a vitamine, minerali e una classe consistente di antiossidanti

- nel germe si trovano ancora antiossidanti, lipidi e vitamine.

In generale, durante la macinazione dei cereali i chicchi vengono spezzati e le varie componenti separate. Tramite l'abburattamento (estrazione della crusca) il macinato passa attraverso un setaccio che trattiene i frammenti più grandi e lascia cadere i più piccoli alle fasi successive. Il processo ripetuto più volte al setaccio raffina i cereali, fino a ottenere sfarinati finissimi. Una farina più raffinata come la "0" o "00" conserverà il cuore del chicco, quindi amidi e proteine.

Integrale, in parole povere, vuol dire non raffinato. Le farine integrali infatti sono ottenute da una macinazione che preserva la maggior parte del chicco: l'endosperma, la crusca e il germe, conferendo alla farina un plus di sostante nutririve, un colore meno omogeneo e un gusto e un sapore più intensi.