Albicocche che passione

Albicocche che passione

Sono uno dei frutti dal sapore elengante e versatile, ideale per ricette sia dolci che salate. Scopri di più

 

Originarie della Cina, dove venivano coltivate già nel 2000 a.C., sono arrivate nel Mediterraneo grazie agli Arabi.

E forse, non tutti sanno che gli Hunza, popolo ai piedi dell'Himalaya, segue una dieta a base di albicocche che li rende mitici per longevità e resistenza alla fatica.
Sono, infatti, ricche di vitamina A e C, sali minerali e beta-carotene, alleati per tenersi in forma in quanto rinforzano le difese immunitarie, e sono un valido aiuto per l'abbronzatura.

 

 


Oggi, solo in Italia, ne esistono centinaia di varietà: dalle precoci di giugno, alle tardive di fine agosto.
Gialle, arancioni o rosse, dalla polpa succosa o asciutta, tutte però con la stessa buccia vellutata e quel sapore zuccherino-acidulo che le rende ideali per ricette dolci e salate.

Il segreto per scegliere le migliori?
Il profumo. Poi verificate la consistenza, deve essere cedevole ma non troppo, e la buccia liscia e tesa.

 

Idee in cucina

Le albicoccche sono uno dei frutti più versatili per le ricette, infatti il loro gusto dolce-aspro le rende ideali per diverse ricette, sia dolci che salate. Vi servono un po' di idee? Ci pensiamo noi!
Partiamo dal salato, con delle soffici focaccine con cuore di taleggio, ideali per un aperitivo, o come spuntino.
Le albicocche possono essere utilizzate anche per realizzare una salsa da accompagnare a delle costine di maiale, magari di una grigliata estiva con amici.
Servono: 500 g di albicocche, 100 g di cipolla rossa, 40 g di burro, 2 cucchiai di zucchero di canna, 150 g di acqua, 1 piccolo peperoncino, 2 cucchiai di aceto, sale q.b.
Snocciolate le albicocche e tagliatela a cubetti. Mondate la cipolla, tritatela e stufatela in una casseruola con un filo di olio per 4-5', poi unite lo zucchero di canna, i cubetti di albicocca, l'acqua, il peperoncino, l'aceto, un grosso pizzico di sale e proseguite a fuoco medio per 15', finchè non otterrete una composta piccante.
Ottima anche per arricchire le insalate: che ne pensate di una insalato con polpo, ceci e albicocche?
E poi con i dolci ci si può sbizzarrire. Una classica frolla e pan di Spagna al limone e albicocche, o qualcosa di più fresco e estivo come il semifreddo al cioccolato bianco.
Oppure un'altra idea originale è quella di realizzare home made delle dolcissime albicocche siroppate.
Serve: 1 kg di zucchero, 500 g di acqua, 600 g di albicocche, 1 bacello di vaniglia
Sciogliete lo zucchero nell'acqua con il bacello di vaniglia e fate bollire per 8'.
Tagliate a metà 600 g di albicocche e distribuitele su 4 vesetti di vetro da 250 g. Coprite con lo sciroppo caldo, sigillate i tappi e fate bollire i vasetti in una pentola di acqua per circa 30'. Lasciate riposare fuori dal frigo per 7 giorni prima del consumo.