Aromi Therapy

Aromi Therapy

Aromi e spezie sono la chiave dell’originalità dei piatti in cucina. Scopri il potere e il segreto degli aromi e spezie di Molino Rossetto.

In passato venivano considerate merce preziosa, e in alcuni casi persino portatrici di poteri particolari.
Ogni aroma e ogni spezia ha un potere immenso: quello di sposare ed esaltare la personalità e il gusto delle pietanze, senza coprirne e snaturarne i sapori.

 

 

 

 

ZENZERO

Lo zenzero è versatile e per questo molto apprezzato in cucina, grazie sopratutto alle sue proprietà benefiche. Per i benefici che apporta, lo zenzero, viene considerata una radice quasi miracolosa, capace di ringiovanire l’organismo e contrastare molti disturbi. Possiede, infatti, proprietà antinfiammatorie e digestive e risulta molto efficace contro nausea, vertigini e dolori tipici dell’artrite. Inoltre è perfetto per la preparazione di tisane invernali che aiutano a combattere raffreddore e sintomi influenzali, senza dimenticare che si tratta di una spezia brucia-grassi, che contribuisce a ridurre ristagni acquosi e cellulite. Assieme al succo di limone e olio extravergine di oliva, l’olio essenziale di zenzero è un ottimo antisettico naturale e usato come balsamo svolge un’azione lenitiva del cuoio capelluto, contrastando la forfora.

CURCUMA

La spezia curcuma è una polvere gialla ottenuta dalla macinazione di alcune piante appartenenti alla famiglia delle Zingiberaceae (la stessa dello Zenzero). Per la sua capacità colorante (di giallo), la curcuma è conosciuta anche come “zafferano d'India".
Il principio attivo della curcuma è la curcumina, che ha un sapore piccante, leggermente amarognolo, distintamente terroso e un odore simile alla senape.
Ormai da millenni, nei Paesi di origine, la curcuma viene utilizzata nella maggior parte delle ricette; solo recentemente, ha riscontrato una notevole diffusione anche nelle nazioni occidentali, considerandone l'utilizzo nella formulazione del curry e di alcune salse.

 

CANNELLA

Dal caratteristico sapore insieme piccante e dolce, la cannella è una delle spezie più diffuse in cucina, già dall’Ottocento. Le sue proprietà benefiche sono apprezzate fin dai tempi dell’antico Egitto e dei Romani, in quanto ha funzione antimicotica, antiossidante e antinfluenzale, utile in caso di raffreddore e mal di gola. Inoltre, combatte il colesterolo e aiuta a regolarizzare i livelli di zucchero nel sangue (utile per i diabetici), attenuando anche il senso di fame nervosa.

CHIODI DI GAROFANO

Utilizzati anche nella preparazione della sangria, sono apprezzati per le qualità digestive, tonificanti e analgesiche, tanto che a chi soffre di mal di denti viene consigliato di masticare un chiodo di garofano. Non è tutto. Infatti, contengono vitamina A, C e flavonoidi, per questo sono considerati antiossidanti e antinfiammatori naturali, utili anche per la circolazione.

NOCE MOSCATA

La noce moscata è originaria della Nuova Guinea e delle Molucche, isole indonesiane note anche come “Isole delle spezie”, da cui ha origine anche un’altra spezia molto diffusa nelle nostre cucine, i chiodi di garofano.
La noce moscata ha anche riconosciute proprietà narcotiche e psicoattive, dovute soprattutto alla presenza di due composti, l’acido miristico e l’elemicina. Se viene ingerita in dosi elevate (da 10 a 20 g), disciolta in acqua o bevuta in infuso come tè provoca alterazione dello stato di coscienza e può causare anche allucinazioni visive.

 


VANIGLIA

La vaniglia è un'orchidea originaria del Messico che dà frutti commestibili: i baccelli. La vaniglia è un antisettico naturale ma anche un prezioso calmante, risulta infatti molto utile per combattere lo stress e sconfiggere l'insonnia. Un buon latte caldo aromatizzato alla vaniglia è infatti un ottimo rimedio per chi ha difficoltà a prendere sonno. Alla vaniglia sono da sempre attribuite virtù afrodisiache. L'utilizzo in cucina della vaniglia risale alla notte dei tempi, quando gli Aztechi la univano al cacao per ottenere una bevanda dolce, antenata del nostro cioccolato aromatizzato alla vaniglia. La vaniglia è utilizzata principalmente nelle preparazioni dolciarie, per aromatizzare zucchero, cioccolato, latte e liquori e la crema di vaniglia è uno degli ingredienti principali di molte torte e dolci.

FIORI D'ARANCIO

Quando parliamo di fiori d’arancio non possiamo non pensare ai matrimoni, e non è un caso, considerato che i fiorellini di questa pianta sono bianchi e che hanno anche un ottimo profumo, per cui vengono spesso utilizzati ai matrimoni per i centrotavola. I fiori d’arancio però hanno anche notevoli proprietà terapeutiche.
Dai fiori di questa pianta si ricava un’acqua che a quanto pare ha notevoli poteri calmanti e antispasmodici, ed è un toccasana quindi per lo stress, per chi patisce gli effetti collaterali dell’ansia, e anche e soprattutto per chi soffre d’insonnia. L'aroma fiori d'arancio è utilizzato in cucina per esaltare i profumi di dolci e torte. Ideale per la preparazione della tipica “Pastiera Napoletana”.

BERGAMOTTO

Il bergamotto (citrus bergamia) è il frutto di una pianta appartenente alla famiglia delle rutaceae. Pur essendo di origini asiatiche, oggi viene coltivato molto nel sud Italia, grazie alle condizioni climatiche favorevoli. Le sue proprietà benefiche per il nostro corpo sono state testimoniate sin dal 1800.
Deve il suo nome ai turchi che lo chimavano beg armudi cioè ‘pero del signore’ per la sua caratteristica forma. A differenza del lime, questo agrume ha trovato nel Mediterraneo un clima ottimale e l’Italia – in particolare la Calabria –  ne è una delle maggiori produttrici.