IL FARRO... ACCIDIOSO!

IL FARRO... ACCIDIOSO!

Ebbene sì, il farro è un cereale che da sempre accompagna e nutre l’uomo facendo parte del sostentamento di diversi popoli che si sono succeduti nella storia, sino ai giorni nostri.
È prima di tutto la più antica tipologia di frumento coltivato. L’origine della coltivazione del farro viene fatta risalire al Neolitico nei siti del Vicino Oriente e nella cosiddetta Mezza Luna Fertile. Anche gli Antichi Romani furono dei grandi estimatori del farro.
Il farro è una pianta molto tenace che resiste alle condizioni climatiche e ambientali più difficili. Né freddo, né vento e nemmeno i terreni più poveri possono ostacolare questo cereale.
Se si dovesse stilare una classifica dei cibi più sani e nutrienti il farro occuperebbe una delle prime posizioni. Come gli altri cereali, è una fonte eccezionale di carboidrati che forniscono energia al nostro organismo. Nella sua forma integrale, il farro contiene in buona quantità fibre che frenano il rapido aumento della glicemia. È bene ricordare che il farro contiene glutine, cioè la componente proteica dei cereali, quindi non è adatto a chi è affetto da celiachia. Il farro è un alimento consigliato anche alle donne di tutte le età e agli sportivi perché è un buon integratore di sali minerali, tra cui calcio, ferro, fosforo e magnesio. Questo cereale non manca nemmeno di un ottimo contenuto di vitamine, soprattutto del gruppo B.
Il farro è un cereale che combina perfettamente tradizione e modernità. È, infatti, parte integrante della dieta dei nostri antenati da tempi remoti e oggi, dopo anni di oblio, è uno dei paladini dell’agricoltura biologica e sta vivendo un vero e proprio revival gastronomico. Il farro può essere consumato in chicchi, che si distinguono in decorticati, cioè presentati nella loro forma integrale originaria, o perlati. Dal farro si ricava anche un’ottima farina per la panificazione.
Per arricchire di fibre ogni piatto si possono scegliere i Chicchi di Farro Molino Rossetto. Quando sono consumati interi vanno messi in ammollo per 12 ore per poi essere cotti a fiamma medio-bassa e in abbondante acqua per circa un’ora. I chicchi, una volta cotti, possono essere impiegati in nutrienti zuppe e minestre. Al posto del riso si può scegliere il farro per preparare delle gustose insalate con gli ingredienti che più si preferiscono. I Chicchi possono essere macinati in casa per essere ridotti in farina oppure si può scegliere direttamente la Farina di Farro Biologico Molino Rossetto. Pane, grissini, focacce, torte, crostate, biscotti e tutti gli altri prodotti da forno diventano ancor più profumati e invitanti se preparati con questo tipo di farina naturalmente aromatica. Per una prima colazione e una merenda ricche di energia e golosità si possono gustare questi chicchi Farro Soffiato al Miele Molino Rossetto soffiati nel latte, nello yogurt o nelle bevande vegetali. Il Farro Soffiato è ottimo anche nella preparazione di barrette, magari con cioccolato o frutta secca, e di torte o biscotti.